Post più popolari

domenica 15 luglio 2007

CHARLENE COTHRAN HA DICHIARATO CHE CONTRIBUIRA' AL RECUPERO DEGLI OMOSESSUALI


  CHARLENE COTHRAN

 EX ATTIVISTA GAY
EDITRICE DELLA RIVISTA OMOSESSUALE VENUS 

Tradotto da Patrizia Battisti per il blog Si può Cambiare 


       Charlene Cothran, una delle lesbiche afroamericane più note negli Stati Uniti, fondatrice e direttrice della rivista omosessuale Venus, ha annunciato a sorpresa, nell'ultimo numero della rivista, la sua conversione al cristianesimo e la decisione di cambiare rotta alla pubblicazione per contribuire, d'ora in avanti, al recupero degli omosessuali.
Ne ha dato notizia Aci Prensa il 1° marzo scorso.


Considerata una delle lesbiche di colore più famose e di successo negli Stati Uniti, Charlene Colthran ha colto di sorpresa i suoi lettori nell'ultima edizione della rivista Venus, con la storia di copertina: "Redenta! 10 modi per lasciare 'la vita' (omosessuale) se lo desideri".


Nell'articolo la direttrice rivela che il colloquio con un pastore evangelico, che l'aveva spronata instancabilmente ad utilizzare il suo talento a fin di bene e non di male, l'aveva portata a "offrire completamente il mio cuore a Gesù".
Cothran afferma: "Anche se ho vissuto da lesbica gran parte della mia vita adulta non ho il minimo dubbio che l'obiettivo della mia vita sia quello di utilizzare i doni ricevuti per poter AMOREVOLMENTE (in lettere maiuscole nell'originale) condividere la verità su come siamo diventati gay o lesbiche, su come abbiamo vissuto il nostro 'stile di vita' e come siamo arrivati a credere che per Dio era tutto OK".


Nell'articolo, scritto con passione, Cothran trasmette speranza a "i miei fratelli e sorelle omosessuali che in realtà sono alla ricerca della pace", e sostiene che "ottenerla [la pace vera] è più semplice di quanto si pensi".


Ai quasi 40.000 abbonati alla rivista, la maggior parte di essi omosessuali di colore degli Stati Uniti e del Canada, e ai lettori del suo sito web, Cothran spiega che ha deciso di "offrire nuovamente tutti i miei doni al Signore, tra questi anche la rivista Venus. Il pubblico sarà sempre lo stesso, ma la missione è stata rinnovata: la nostra nuova missione sarà incoraggiare, educare e sostenere tutti quelli che vogliono cambiare vita ma che non hanno ancora trovato la via".


"Fratello mio, sorella mia, ti prego di seguirmi nella via d'uscita", scrive Cothran, con il suo solito stile persuasivo. Tra i dieci consigli che l'editrice offre per uscire dall'omosessualità figuranono: "cercare la verità sull'omosessualità nelle Scritture"; "non resistere alla chiamata di Dio nella tua vita"; e "non nascondere la decisione di cambiare una volta che è stata presa perchè questo è un trucco che usa il nemico per guadagnare tempo mentre cerca di farti tornare alla vita di prima".

Cothran risponde con serenità alle reazioni negative di alcuni leader gay alla sua conversione. "Comprendo perfettamente molte delle risposte, per quanto siano iraconde. Un anno fa, io avrei reagito esattamente allo stesso modo", risponde.


L'editrice ha risposto personalmente agli attacchi da parte di dirigenti di alcuni gruppi omosessuali che l'accusano di essersi convertita in una "persecutrice di gay", spiegando che la sua conversione l'ha incoraggiata ad appoggiare vere soluzioni, non a condannare gli omosessuali. "Sappiamo che molti degli antichi e nuovi abbonati di Venus sanno che l'omosessualità non è una forma di vita desiderata da Dio però rimangono ancora nella vita (omosessuale)".


"Molti vogliono cambiare e si domandano se possono essere accettati nella famiglia di Dio come sono. La risposta è SI! Questi lettori si renderanno conto che la nuova rivista Venus è uno strumento benedetto per il lavoro del regno", conclude Cothran.