martedì 7 agosto 2007

Redenta! 10 passi per uscire dall'omosessualità

















Redenta! 10 Passi per
 Uscire dall'Omosessualità, 
se lo Volete

 di
Charlene E. Cothran, 
 ex attivista gay  
ed editrice della rivista "VENUS"

                                                                                                               
 Tradotto da Patrizia Battisti per il Blog  SI PUO' CAMBIARE  

Charlene era editrice di "VENUS", un periodico a difesa dei diritti di omosessuali e lesbiche. Da quando Charlene ha cessato di sostenere tali diritti, il giornale ha mantenuto la sua denominazione (VENUS) ma ha mutato totalmente i suoi contenuti, e naturalmente i suoi lettori e sponsor


Durante gli ultimi 29 anni della mia vita sono stata una sostenitrice aggressiva, strategica e creativa dei diritti di omosessuali e lesbiche. Ho organizzato e partecipato ad innumerevoli manifestazioni e a vari gruppi di pressione nella lotta per la non discriminazione di omosessuali e lesbiche. Mi sono sempre aggiornata su questi temi e ho elargito contributi finanziari alle organizzazioni coinvolte in questa lotta che ho condotto con grande passione.


Essendo stata per 13 anni editrice di un periodico per omosessuali e lesbiche di colore, ho avuto l'opportunità di rivolgermi pubblicamente a migliaia di persone, incitandole a venire allo scoperto (come out) e a lottare per i propri diritti, cosa particolarmente difficile per la comunità afro-americana.


Ma adesso devo uscire di nuovo allo scoperto. Ho sperimentato recentemente la potenza del cambiamento quando mi sono completamente abbandonata agli insegnamenti di Gesù Cristo. Come credente nella parola di Dio, accetto pienamente e ho sempre saputo che le relazioni con persone dello stesso sesso non sono ciò che Dio desidera per noi.
Non mi aspetto che questo messaggio venga largamente recepito, anzi mi aspetto il contrario. D'altra parte, so che c'è qualcuno, che forse sta leggendo proprio questo articolo, che è stanco e infelice di vivere in questo modo. Qualcuno che, nel suo intimo, sta cercando una via d'uscita, ma da solo non riesce a trovarla.



Sto parlando ai miei fratelli e sorelle omosessuali e lesbiche che desiderano trovare una pace vera; la pace di cui avete sentito parlare, della quale avete letto e cantato. Trovarla è più facile di quanto pensiate, e una volta trovata non non si provano più sentimenti di colpa.

Pur avendo vissuto da lesbica per la mia intera vita adulta, adesso lo scopo della mia vita è senza dubbio quello di utilizzare i miei doni per condividere, CON AMORE, la verità su come si arriva a questo punto: come siamo diventati omosessuali o lesbiche, come siamo giunti ad accontentarci del nostro "stile di vita" e come siamo arrivati a credere che Dio ne fosse felice. Romani [1:21-28]


Molti sostengono che ciascun individuo dovrebbe decidere per sé stesso quale é il disegno di Dio per lui. Ciò starebbe ad indicare che ognuno di noi può fissare le proprie regole bibliche sulle quali fondare la propria vita. E' falso.
Se sei pronto per cambiare e desideri aprirti alla verità, l'amore di Dio può farti entrare in sintonia con la Sua Parola. Gesù può purificare tutti i peccati che vengono spontaneamente confessati. L'omosessualità è soltanto uno di loro. Non è un peccato peggiore degli altri, ma è un peccato.

Ormai vi starete chiedendo: "Ha perduto il senno? La mia risposta è no, non l'ho perduto! In realtà, l'ho ceduto! Infatti, l'ho scambiato con uno nuovo! [Romans 12:1-2]


UN MARTEDI' MATTINA
Mentre mi occupavo delle mie cose, in una tipica bella mattinata del New Jersey, ricevetti una telefonata da un pastore del luogo, il reverendo Vanessia M. Livingston. Non avevo mai parlato con lei (si tratta di una donna) prima di allora. Mi stava chiamando perché voleva aggiungere una frase, che riguardava il suo gruppo gospel, ad un articolo di un'altra nostra rivista chiamata Kitchen Table News.


Non ricordo come siamo entrate nell'argomento della salvezza. Il Pastore non poteva sapere quanto avevo lottato per cercare di conciliare i principi spirituali con i quali sono cresciuta con il mio stile di vita lesbico.
Mentre mi parlava capii quanto fosse forte in me la resistenza alla verità. Pensai sul serio che se avessi semplicemente menzionato la lettera "L", lei avrebbe attaccato il telefono, lo avrebbe cosparso di olio benedetto e quella sarebbe stata l'ultima volta che le avrei parlato. Ma ciò non è accaduto.

Il pastore mi ha confermato profeticamente quello che già sapevo da anni. Mi disse: "un giorno uscirai da questo stile di vita e porterai con te molte anime di omosessuali e lesbiche".
Mi chiese se quello era il giorno che avevo scelto ma io le dissi di no.
Sentivo su di me tutto il potere della verità delle sue parole ma riuscii a resistere irrigidendo il mio cuore come avevo già fatto molte volte in precedenza. Non volevo ascoltarla o abbandonarmi a Dio, soprattutto sapendo che avevo già confermato il mio impegno di tenere un discorso presso il Centro Schomberg, la settimana seguente, in occasione del Gay Pride di New York.


MISERICORDIA
Mentre le ripetevo che ero una lesbica con tanto di tessera, il pastore mi ricordò che la misericordia di Dio mi aveva permesso di sopravvivere alla mie esperienze e di sviluppare, nel frattempo, le capacità che Lui mi aveva donato. Mi ricordò che tutto faceva parte del Suo Progetto per condurre a Se altre persone; altre persone che non avrebbero mai dato ascolto a lei o ad altri pastori come lei in quanto essi non avevano VISSUTO in prima persona l’esperienza dell’omosessualità.

La misericordia di Dio mi ha davvero protetta durante quei bui giorni del 1993, quando la mia carissima amica Venus Landin, alla quale è intitolata questa rivista, fu uccisa con un colpo di arma da fuoco. Ricordo quando la accompagnai a casa della sua ex compagna per riprendere le sue cose; ricordo come la sua ex compagna aveva acceso un fuoco usando le riviste Venus come combustibile, come aveva dato fuoco ai suoi abiti e come le fiamme e i detriti erano caduti fuori dal caminetto e avevano preso fuoco sul tappeto.



Ricordo i suoi occhi e l’espressione del suo viso. Sapevo che aveva intenzione di uccidere Venus quella notte ma non si aspettava di vedermi arrivare lì insieme a lei. Mi trovavo proprio all’ingresso dell’inferno. Tenuto conto del suo stato mentale non c’era nessuna ragione perché la donna non uccidesse anche me insieme alla mia amica Venus: invece rivolse la pistola verso di sé. Venus fece la stessa cosa una settimana dopo. Quando ricevetti la telefonata che erano state trovate entrambe morte, seppi all’istante che Dio aveva avuto pietà di me, ma perché?


CEDETTI
Lo spirito di Dio parlò direttamente alla mia anima e disse "oggi dovrai scegliere chi desideri servire e se farai la scelta sbagliata, lascerò che ti allontani da me così tanto che non potrai mai più sentire la mia voce".
Donai a Dio il mio cuore e la mia anima mentre mi trovavo nel parcheggio del centro commerciale, proprio a bordo della mia auto. Un fiume di lacrime inondava il mio viso mentre Gesù lavava via i miei peccati, mi perdonava e mi liberava per compiere il Suo progetto.
Intendo essere completamente sincera riguardo la mia trasformazione come lo sono stata riguardo la mia vita da lesbica. 
Ho restituito a Dio tutti i doni che avevo, inclusa la rivista VENUS. Il pubblico resterà lo stesso ma la missione è stata rinnovata. La nostra nuova missione è quella di incoraggiare, di istruire ed assistere coloro che desiderano cambiare ma non riescono a trovare una via d’uscita.
Fratello, sorella, vi prego seguitemi in questo cammino.


1. Stabilisci ed accetta che la Parola di Dio è la Verità. 
Non permettere alla teologia Gay di separare il Vecchio dal Nuovo testamento o le parole scritte dagli apostoli dalle parole pronunciate da Gesù. E’ un buon trucco ma non funziona più perché Dio si sta preparando per riprendersi milioni di gay e di lesbiche. Ha già scelto molti di noi per questo fine specifico e sta aspettando che anche tu risponda alla sua Chiamata.


2. Scopri la verità sull’omosessualità nelle scritture e ti sarà rivelata mentre leggi e preghi. Sappi che non siamo nati in questo modo. Questo mito è stato costruito dagli attivisti gay come base per poter cambiare le leggi in favore dei diritti dei gay. Lo ripeto, è stato costruito per i loro scopi ma è biblicamente FALSO. Non è possibile allontanarsi dalla Bibbia e continuare a godere dell’approvazione di Dio riguardo lo stile di vita gay. La teologia gay inizia con un ordine del giorno [facciamo dire alla Bibbia che essere gay è OK] per poter trarne poi le loro conclusioni, ma si tratta di una bugia.

3. Non opporre resistenza alla chiamata di Dio nella tua vita
Ritagliati uno spazio per restare solo con Dio e lascia che lui ti riveli direttamente la verità. Il sentimento di consapevolezza profonda della verità sarà quello che ti aiuterà a restare vicino alla croce. Se continuerai a resistere a Dio e ad irrigidire il tuo cuore, Egli alla fine smetterà di chiamarti. Allora potrai dedicarti a realizzare tutte le fantasie della tua carne senza sentire nulla, ma che cosa ti attende alla fine di una vita simile? [Romani 2:28]

4. Sappi con certezza che sei amato da Dio esattamente per come sei e che le tue esperienze hanno un grande valore per l’opera del regno. Mi ero stancata di quella vita ma il nemico ha intrappolato la mia mente per anni convincendomi che non potevo essere di nessun aiuto a Dio, essendo stata editrice di una rivista per gay, ma anche questa era una bugia.

5. Dì di Si. 
È davvero tutto ciò che devi fare per accettare la verità, che consiste nell’accettare Gesù Cristo e la Sua Parola. Prega con me adesso. "Signore, vengo a te perché credo nella tua Parola e ho bisogno del tuo aiuto. Non posso cambiare me stessa, ho provato. Ti prego, perdonami per tutto quello che ho fatto, per tutte quelle azioni che non ti hanno glorificato. Credo che tu SEI la Parola, credo che Gesù E’ tuo figlio, credo che Egli sia MORTO per i miei peccati, e POICHE’ credo in questo ADESSO SONO SALVA PER TUA GRAZIA. Grazie per avermi salvata! Amen."

6. Rendi reale la tua salvezza
 

Convincerti a tenere segreta la buona notizia della tua personale salvezza è un altro trucco che il nemico utilizza per prendere tempo mentre cerca di farti tornare alla tua vita di prima. Dobbiamo credere con i nostri cuori e confessare con le nostre bocche. Non c’è bisogno che tu venga subito allo scoperto con tutti ma puoi infliggere una pesante sconfitta al nemico raccontando a QUALCUNO della tua esperienza: di come il Signore ti ha rivelato direttamente la verità, del sentimento di gioia e di pace che hai provato e che non avresti potuto sperimentare senza prima pentirti completamente, dei cambiamenti che tutto questo sta apportando nella tua vita e di tutte le cose meravigliose che Egli ha fatto per te [Romani 10:9]

7. Sperimenta il paradiso ADESSO! 
Per prima cosa, resta accanto a Dio per mezzo della preghiera, poi vai avanti e vivi la tua vita! Accogli le nuove amicizie, inizia la nuova avventura, amplia le tue esperienze, ma non anteporre mai tutto questo a Dio. Godi della vita in un modo nuovo, senza il peso del peccato e confidando in TUTTE le promesse di Dio! Nella nostra epoca è assolutamente possibile vivere per Dio ed essere immensamente felici. Quando dico di vivere per Dio intendo ‘totalmente" per Dio. Ma non puoi contemporaneamente vivere per Dio e continuare con il tuo stile di vita gay/lesbico. [Tito2:11-12] 


È possibile essere più felici di quanto non lo siete mai stati nei clubs, nei parchi o durante tutti quegli incontri segreti con persone i cui nomi avete dimenticato da tempo, più felici di quanto non lo siete stati nelle vostre lunghe relazioni o nel possedere tanto denaro! La maggior parte di noi ha sperimentato alcune di queste cose E TUTTAVIA ERA INFELICE.
Ma grazie alla misericordia di Dio e alla sua grazia salvifica non dobbiamo più aspettare anni ed anni per raggiungere il cielo e vivere il paradiso. Del Signore è la terra e quanto contiene, l'universo e i suoi abitanti. Godete della terra di Dio, Adesso. [Salmi 24:1]

8. Vai avanti con attenzione e con "circospezione", come suggeriscono le scritture 

Ciò significa che devi cercare di mantenere puro il tuo spirito. La preghiera, la lettura, l’ascolto della Parola, cercando di metterla in pratica nella tua vita di tutti i giorni, è il modo per restare al sicuro e liberi da ogni abitudine peccaminosa.
Non trovi interessante che a volte prestiamo più attenzione a ciò che indossiamo che alle nostre anime? Quando indossiamo un vestito stiamo molto attenti a non appoggiarci a qualcosa che potrebbe sporcarlo. Lo proteggiamo mentre mangiamo così da non macchiarlo. Ci sediamo facendo attenzione a non ingrinzirlo. Tratta la salvezza della tua anima con almeno altrettanta attenzione [Efesini 5:15-16]

9. Frequenta altri credenti. 

Sappiamo che la Chiesa ha fallito con gay e lesbiche perché non ha saputo accogliere coloro che hanno cercato un cambiamento spirituale. L’invito a "venire così come siete" sembra essere esteso a tutti tranne che a noi. Ad ogni modo esiste un popolo di Dio aperto, sincero e desideroso di accompagnarti nel tuo cammino. Chiedi a Dio di farti conoscere dei cristiani altruisti e affettuosi presso i quali tu possa trovare nutrimento, benedizione, e fonte di crescita per poter diventare a tua volta una benedizione per gli altri [Ebrei 10:25]

10. Resta in contatto. 

Ci piacerebbe avere tue notizie. Se questo articolo ti è stato di aiuto ti prego di farcelo sapere. Inoltre, se desideri condividere la TUA testimonianza con i lettori di VENUS, invia una email a editor@venusmagazine.org oppure scrivi a VENUS, P. O. Box 4167, Hamilton, NJ 08610. 
Articolo pubblicato su Venus magazine
Traduzione di Patrizia B.