domenica 30 settembre 2007

Tim Walkins: un ex attivista gay esce dall'omosessualità



Tim Walkins: un ex attivista gay esce dall'omosessualità




Il quotidiano La Razon ha pubblicato una forte testimonianza di Tim Walkins, un ex attivista gay statunitense che si è convertito al cristianesimo ed adesso lavora come pastore presbiteriano, è sposato ed ha tre figli; ne dà notizia ACIPrensa.

Durante una conferenza nel campus della Università di Milwaukee, Walkins ha dato la sua testimonianza ed ha chiesto di distinguere l'attrazione omosessuale che una persona può sentire dal comportamento che si può tenere di fronte a questa. "Si può resistere con l'aiuto della fede e di una relazione personale con Gesù Cristo", ha assicurato.

Walkins ha confessato che nella sua gioventù pensare all'eterosessualità lo "disgustava". "Io non ho scelto di sentirmi attratto verso il mio stesso sesso. Uno dei misteri della vita è precisamente questo: che uno non può scegliere quello da cui è tentato", ha spiegato.

Se è vero, ha precisato, che in un momento della sua vita ha scelto di essere "un omosessuale attivo", poi il cambiamento è arrivato poco a poco in un processo di "riorientamento".

"Mi sono mantenuto fermo nell'evitare qualsiasi pensiero omosessuale pregando, studiando le Scritture e cercando il cuore di Gesù Cristo", ha rivelato ed ha invitato gli omosessuali che credono di essere incapaci di cambiare all'eterosessualità a rimanere nel celibato ed approfondire la loro relazione con Dio. "Mi sono reso conto che, anche se non sapevo come lasciare l'omosessualità, sapevo però come essere obbediente verso quello che credevo".