lunedì 22 settembre 2008

Omosessualità: La realizzazione del sogno di una vita: l'amante cristiano

La realizzazione del sogno di una vita:
l’amante cristiano

Tratto dal libro "THIS WAY OUT"
di Frank worthen (Presidente di New Hope Ministry)




Quando una persona ex-omosessuale interagisce con persone di fede cristiana, formula la seguente osservazione: “I cristiani sono generalmente maturi e affidabili. In effetti essi hanno tutte le qualità che ho sempre cercato in un amante!”
Ecco dei cristiani con quelle qualità di carattere che potrebbero far si che il rapporto funzioni, a differenza delle precedenti relazioni sentimentali: essi sono profondamente affettuosi, non egocentrici, onesti, finanziariamente responsabili e generosi. Man mano che l’ex omosessuale si rende conto di ciò, egli pensa: “potrebbe funzionare!”... Un’intera nuova prospettiva gli si spalanca davanti.

Ma può veramente funzionare? Ho osservato proprio questo accadere a diverse persone di cui io stesso sono stato consigliere. Satana, di solito, semina pensieri reciproci nelle menti di due individui. Essi si scoprono a vicenda, iniziano a comunicare e a condividere i propri desideri; infine, il rapporto diventa anche sessuale. Il risultato può essere espresso in una sola parola: senso di colpa! Lo Spirito Santo non permette a questa relazione di svolgersi senza intoppi.

La condanna e il rimorso tormentano almeno una delle due parti ed entrambi si rendono conto di aver perso il rispetto reciproco. Riescono a ritrovare la pace soltanto dopo essersi pentiti e dopo aver rinunciato al coinvolgimento sessuale ed emotivo. Continuare la relazione dopo che Dio ha detto “No!” può essere possibile soltanto allontanandosi da Dio e dagli altri cristiani. Infine, una coscienza intorpidita completerà l’alienazione causata dal peccato.